FOCACCIA

Era stata una giornata difficile e avevo bisogno di sfogarmi e di rilassarmi così dopo tanto tempo e nonostante il caldo mi sono messa ad impastare. Impasta e impasta: stavo già meglio. Ho lasciato l’impasto a lievitare in una terrina per un’ora, quando l’ho rivisto lievitato, arioso, soffice mi sono sentita ancora meglio. Ho steso l’impasto nella teglia,l’ ho infornato e in poco tempo si è iniziato a sentire per casa uno splendido profumo di pane fragrante: ormai tutte le preoccupazioni e le tensioni della giornata erano sparite. Ho assaggiato la focaccia appena sfornata, bella, dorata, non ho aspettato il tempo che si raffreddasse. Era squisita. Ero al settimo cielo. Ho avuto per l’ennesima volta la conferma di quanto la cucina sia terapeutica! Provare per credere 😉

TEMPO DI PREPARAZIONE: 20 minuti + 1 ora e 30 minuti di lievitazione totale + 20 minuti di cottura (totale circa 2 ore)

PORZIONI: focaccia 37×33 cm circa

INGREDIENTI 

250 gr di acqua
1 bustina di lievito di birra disidratato
30 gr di zucchero
530 gr di farina 00 (oppure 1/2 farina 00 e 1/2 farina integrale)
10 gr di sale
50 gr di olio extravergine + q.b.
1 rametto di rosmarino
8-10 pomodorini
1 scalogno medio
20 gr di parmigiano
pepe

PROCEDIMENTO

In una ciotola VERSARE l’ACQUA ad una TEMPERATURA di 40-45°C (da me è quella che esce dal rubinetto spostando la leva sull’acqua calda e facendola scorrere per qualche minuto) e MESCOLARVI il LIEVITO con un cucchiaino di ZUCCHERO preso dal totale.

Lasciare ATTIVARE il lievito per circa 5 minuti o finché non si forma una leggera SCHIUMA sulla superficie e si inizia a sentire l’odore del lievito.

Nel frattempo in una ciotola più capiente (io uso quella della planetaria) MESCOLARE la FARINA, il restante ZUCCHERO, il SALE e l’OLIO.

AGGIUNGERE il composto di acqua e LIEVITO.

Se si usa la planetaria, innestare il GANCIO e iniziare ad AMALGAMARE tutti gli ingredienti ad una velocità medio-alta, fermando di tanto in tanto per incorporare con una spatola gli ingredienti che si depositano sui bordi.

Quando inizia a formarsi una PALLA, continuare a LAVORARE con la planetaria a velocità bassa per almeno 10 MINUTI.

Queste operazioni si possono fare anche a mano, senza l’uso della planetaria.

OLIARE una ciotola.

Quando l’impasto sarà MORBIDO e LISCIO, TRASFERIRLO nella ciotola oliata, OLIARE anche la SUPERFICIE del panetto in modo che non si formi la crosta e COPRIRE con della PELLICOLA.

Lasciare LIEVITARE in un luogo privo di correnti d’aria (è perfetto il FORNO SPENTO) per almeno 1 ORA.

Nel frattempo RIVESTIRE la leccarda (37×33 cm) del forno con CARTA FORNO e OLIARLA leggermente affinché la base della focaccia risulti, poi, bella dorata e croccante.

STENDERE l’impasto nella leccarda allargandolo con le mani fino a ricoprire l’intera superficie.

OLIARLO e con i polpastrelli formare delle buche tipiche delle focacce. SALARE e PEPARE.

Lasciare LIEVITARE nuovamente ricoperto da pellicola per circa 30 MINUTI.

Nel frattempo, LAVARE il rametto di ROSMARINO e i POMODORI.

STACCARE le FOGLIOLINE del rosmarino dal rametto e, se si desidera, tritarle grossolanamente.

TAGLIARE i POMODORI a metà e lo SCALOGNO a fettine sottili aiutandosi con una mandolina.

GRATTUGIARE il PARMIGIANO.

PRERISCALDARE il FORNO a 200°C (facendo attenzione che non ci sia l’impasto a lievitare).

DISPORRE, a zone, gli ingredienti preparati sulla focaccia e INFORNARE a 200°C per 20-25 MINUTI a forno statico: dovrà risultare bella dorata.

SFORNARE, lasciar INTIEPIDIRE e SERVIRE.

CONSERVAZIONE: in un sacchetto per il pane o in un contenitore ermetico per 2-3 giorni oppure una volta cotta e raffreddata porzionarla e congelarla, scongelandola all’occorrenza.

IDEA IN PIU’

  • gli ingredienti con cui condire la focaccia possono essere i più vari, scelti a vostro piacimento: olive, mozzarella, ricotta, cipolle, patate precedentemente lessate e tagliate a fettine… .
  • se si ama il sapore dell’aglio, lo si può tagliare a fettine “nascondendole” nell’impasto quando lo si stende nella leccarda oppure, se si desidera un sapore meno forte, si può insaporire l’olio che si utilizzerà con degli spicchi di aglio.
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...